Inps: flessibilità congedo di maternità

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

L'Inps, con messaggio n. 13279 del 25 maggio 2007, ha fornito alcuni chiarimenti in merito all’istituto della flessibilità del congedo di maternità.

L'articolo 20 del Dlgs 151/2001 ha introdotto la possibilità di usufruire della maternità flessibile, vale a dire di lavorare durante l'ottavo mese di gravidanza (se la certificazione medica conferma la compatibilità), e di usufruire di un quarto mese di maternità post partum.

A tal proposito l’Inps precisa che saranno accolte solo le domande presentate entro la fine del settimo mese di gravidanza.

Entro questa data la lavoratrice dovrà presentare al datore di lavoro e all'Inps la certificazione medica, in cui viene comprovata la compatibilità al lavoro con lo stato avanzato di gravidanza.

Nel caso non fornisca la documentazione entro questo termine, la lavoratrice dovrà astenersi dall'attività lavorativa. L'Inps precisa che, per il trattamento economico, l'indebita permanenza al lavoro determinerebbe la perdita dell'indennità per le relative giornate e, in ogni caso, la non computabilità nel periodo post partum delle giornate stesse.

Il
messaggio è disponibile sul sito dell’Inps.

Fonte:
Inps.